Alla luce di quanto emerso nel convegno tenutosi a Roma nel mese di marzo organizzato dalle Fab13 si sono incontrate per discutere del comparto farmaceutico italiano, il settore farmaceutico è ancora il settore industriale trainante in Italia

Le Fab13 sono le 13 celeberrime industrie farmaceutiche che si distinguono per le sedi e per gli stabilimenti produttivi su territorio italiano. Parliamo di Abiogen Pharma (Pisa), Alfasigma (Bologna), Angelini Pharma (Ancona), Chiesi Farmaceutici (Parma), Dompé farmaceutici (Milano), I.B.N Savio (Pomezia RM), Italfarmaco (Milano), Kedrion (Lucca), Menarini (Firenze), Molteni (Firenze), Mediolanum Farmaceutici (Milano), Recordati (Milano) e Zambon (Milano).

Grazie agli stabilimenti farmaceutici su territorio nazionale, le imprese hanno fatto raggiungere un livello di occupazione complessiva di oltre 44.500 unità, un dato cresciuto poi su scala globale del +2,2%, nonostante gli anni di pandemia. In termini occupazionali, insomma, l’impatto finale sul sistema economico è stato di oltre 60mila addetti.

L’incontro si è fatto occasione di confronto, per trovare nuove soluzioni alle sfide del settore e per valutare gli sviluppi necessari, sul piano industriale ed economico, per garantire continuità alle attività costruttive del comparto farmaceutico. 

Un occasione di confronto e un appello alle istituzioni 

Sergio Dompé, Executive President Dompè Farmaceutici SpA, con sede a Milano, ha affermato: “Manca una visione strategica nel nostro Paese. Facciamo in maniera incompleta dei provvedimenti smontando scelte che sono state fatte molti anni fa. Bisogna cercare di guardare al futuro. In tal senso, serve un rapporto franco e chiaro con il Governo”.

Alberto Chiesi, Presidente Chiesi Farmaceutici SpA ha affermato: “La pandemia e la situazione di conflitto attuale stanno avendo effetti importanti sul sistema industriale. L’attuazione del Pnrr rappresenta una sfida fondamentale per ridurre i divari sociali e favorire l’innovazione. In tale quadro è encomiabile la volontà manifestata dal Presidente Draghi di realizzare dei poli nazionali per la ricerca e lo sviluppo di nuovi farmaci, attraverso investimenti nel comparto farmaceutico a sostegno della filiera produttiva. Tuttavia, esistono alcune azioni politiche contraddittorie. Chiediamo, pertanto, alle istituzioni di assicurare la reciprocità del confronto e la gradualità delle misure normative, al fine di attuare un dialogo costruttivo per il bene del sistema Paese”.

Fidati di chi conosce l’industria farmaceutica da vicino: Polisplend, impresa di pulizie farmaceutiche, dal 1978 opera nel settore farmaceutico e affianca le più importanti realtà del settore. Contattaci per maggiori informazioni a polisplend@polisplend.it o clicca qui per conoscere i nostri servizi.

Translate